Automazione industriale, tutto quello che c’è da sapere

L’evoluzione tecnologica ha cambiato in maniera notevole e permanente moltissimi aspetti della nostra vita, iniziando con l’introduzione di smarphone, tablet e computer, e portandoci fino all’automazione industriale, processo di cui noi tutti oggi siamo testimoni.

Quando si parla di automazione industriale la stragrande maggioranza delle persone pensa subito ai robot o alle intelligenze artificiali, che nonostante ne facciano parte, non occupano il ruolo protagonista. La parte fondamentale è quella svolta dalle apparecchiature, costantemente in evoluzione. Il settore chimico è forse quello che di più ha avvertito questa evoluzione; le apparecchiature per laboratorio chimico hanno raggiunto un enorme grado di rivoluzione, caratteristica che ha permesso di aumentare la precisione delle operazioni, riducendo contemporaneamente il tempo di svolgimento.

L’evoluzione della apparecchiature nel corso del tempo
Come vi abbiamo già accennato, le apparecchiature per laboratorio chimico hanno subito una grandissima evoluzione; se prima erano considerati solo come strumenti da monitorare in maniera costante e attenta, oggi sono capaci di svolgere compiti in maniera autonoma e indipendente, con margini di errore bassissimi.

La più grande differenza riscontrabile andando ad analizzare e confrontare un sistema vecchio con uno di nuova generazione, è proprio la modalità di funzionamento; anticamente l’unico modo per mettere in funzione un determinato sistema era ricorrere alle applicazioni meccaniche, oggi è tutto interamente programmabile con l’elettricità, energia che non solo aumenta le possibili funzioni di un determinato apparecchio elettronico, ma consente all’utilizzatore un uso molto più semplice grazie ad interfacce altamente intuitive e personalizzabili.

Come modernizzare il proprio laboratorio chimico
Riuscire a stare al passo con i tempi, introducendo nel proprio laboratorio apparecchiature nuove e molto più funzionali, è di fondamentale importanza. Le apparecchiature di nuova generazione permetto sia di comprendere più funzionalità in un unico dispositivo di modo tale da risparmiare spazio e organizzare meglio la propria area di lavoro; sia di eseguire operazioni chimiche in tempi molto più ristretti e con una precisione molto più elevata; è sempre importante ricordare che commettere un errore quando si opera con reazioni chimiche ad elevata pressione è un rischio concreto ed estremamente elevato, per cui è necessario adottare tutti i sistemi di sicurezza a propria disposizione.

Per modernizzare il proprio laboratorio è innanzitutto necessario capire quali sono le proprie esigenze lavorative, al fine di evitare acquisti inutili che sarebbero solo uno spreco di denaro; una volta stilata la lista di tutte le apparecchiature da sostituire è consigliato documentarsi sui modelli migliori e sui materiali di costruzione degli stessi, una volta fatto ciò sarà possibile procedere con l’acquisto.

Tempo necessario di installazione nel laboratorio
Un altro aspetto molto importante e preoccupante della modernizzazione delle apparecchiature in laboratorio, è il tempo di installazione e configurazione, periodo in cui il laboratorio resterà chiuso, comportando di conseguenza potenziali perdite lavorative. Fortunatamente le tecnologie odierne permettono di installare ogni tipo di apparecchiatura in breve tempo, al fine di ridurre i disagi instaurati. Ovviamente il tempo necessario di installazione è direttamente proporzionale alla quantità di nuovi dispositivi richiesta; installare e collegare alla rete elettrica più dispositivi può comportare corti circuiti e stacchi improvvisi di corrente, per cui è sempre necessario operare in modo graduale.

Come abbiamo visto l’automazione industriale è un processo ormai inevitabile, che secondo gli esperti del settore andrà a cambiare radicalmente ogni metodo di riproduzione. L’industria chimica è quella che sicuramente potrà trarre più vantaggio da questa evoluzione, grazie alle apparecchiature da laboratorio automatizzate, sarà possibile monitorare e controllare ogni trasformazione e lavorazione, riducendo notevolmente il tempo necessario al completamento e assicurando ai clienti risultati finali molto più soddisfacenti.

Sono poche ormai le industrie che non si stanno adattando alla così detta industria 4.0, nonostante possa inizialmente sembrare un grosso investimento, saranno subito visibili i risultati, che senza dubbio contribuiranno alla crescita dell’impresa.