Cosa sono le criptovalute

La criptovaluta, chiamata anche criptomoneta, è una valuta monetaria virtuale, paritaria, decentralizzata, esistente solamente in maniera digitale e implementata grazie ad una crittografia. Quest’ultima è la base per le transazioni e la creazione della stessa moneta virtuale. I fattori principali che differiscono rispetto al comune denaro è l’assenza di una banca centrale ed il totale anonimato.

Breve storia sulla criptovaluta

La criptovaluta nasce negli anni ’80, ad opera di David Chaum, il quale creò un algoritmo che diverrà la base della crittografia moderna di internet. Consentiva lo scambio di informazioni tra due utenti o parti, in modo sicuro senza alterazione del contenuto oppure intromissione. L’esperienza di Chaum continuò con la creazione nei Paesi Bassi della DigiCash, una società basata sulla creazione di una primordiale criptovaluta da vendere per essere usata come strumento di scambio. Tuttavia questa prima moneta virtuale era simile al denaro corrente, poiché non era libera, bensì aveva un monopolio centrale costituito proprio dalla società di Chaum. Il progetto fallì grazie anche all’intervento del Governo dei Paesi Bassi, ma la criptovaluta in auge nel 2009 quando venne creato il Bitcoin ad opera di Satoshi Nakamoto. Quest’ultimo sembra essere solamente uno pseudonimo usato da un gruppo di informatici. Con questa moneta virtuale le criptovalute diventano oggetto dell’attenzione di molti, dai semplici investitori agli speculatori, ma anche a chi compiva transazioni non legali.

Come funziona la criptovaluta in breve

Il P2P è la base del funzionamento della criptovaluta. Ogni nodo della rete, costituito da chi fornisce parte della propria banda larga, possiede un database che registra le informazioni riguardo la moneta virtuale, come le transazioni effettuare. Ogni database contiene le stesse informazioni, questo garantisce il decentramento e la sicurezza delle operazioni effettuate. In sostanza la criptovaluta è un codice contenuto all’interno di un portafoglio digitale, risultato di un calcolo effettuato basandosi su un preciso logaritmo. Per effettuare una transazione serve che questa venga trasmessa al network che la registra, inoltre dovrà anche convalidarla. Il blockchan è il cuore del database che memorizza tutte le operazioni, mentre la conferma della transazione è compito del miner, un metodo di calcolo atto a rendere effettivo lo spostamento della moneta da un portafoglio virtuale ad un altro.

Le caratteristiche principali della criptovaluta

Le peculiarità della moneta virtuale sono:

· assenza di una banca centrale che possa stampare denaro, controllare il flusso ed influenzare l’inflazione. Questo aspetto è fondamentale, poiché rende la criptovaluta una moneta completamente libera dai voleri di governi o istituti bancari;

· l’anonimato delle operazioni, poiché la criptovaluta è un codice che non contiene il nome del proprietario della moneta virtuale. Registrata dal network, è contenuta nel portafoglio virtuale senza l’inserimento di alcun dato del possessore attuale;

· il numero limitato della criptovaluta, poiché solitamente il logaritmo matematico che la generà può produrne una determinata quantità;

· la moneta virtuale esiste esclusivamente su internet;

· la sicurezza della transazione, perché deve essere registrata e confermata dal network. Tuttavia in questo caso esistono accortezza da ricordare per impedire il rischio di rimanere vittime di truffe.